Cos’è il Credito climatico?

I finanziamenti sono la chiave per portare avanti qualsiasi progetto. Noi di Life Climark proponiamo che i progetti di gestione multifunzionale possano essere finanziati attraverso il mercato del Credito climatico. I crediti climatici sono una nuova unità di scambio pensata per facilitare gli investimenti in soluzioni basate sulla natura in Catalogna, nell’ambito delle iniziative di compensazione volontaria o di responsabilità sociale d’impresa.  

Fondamentalmente, il sistema consiste nel fatto che un’impresa acquista x crediti climatici con i quali paga parzialmente o integralmente un progetto forestale. Per le aziende, il marchio Credito climatico rappresenta un modo sicuro e rigoroso di trasmettere i rispettivi contributi, che allo stesso tempo offre loro visibilità e trasparenza. Per coloro che gestiscono le foreste, rappresenta un’opzione di diversificazione delle entrate per la gestione, evidenziando i benefici che questa apporta alla società. I crediti climatici offrono la possibilità di compensare volontariamente l’impronta di carbonio e l’impronta idrica delle imprese, investendo nella gestione delle foreste della Catalogna.  

I crediti climatici si basano su una concezione integrativa della gestione forestale. Questo significa che affinché un’azione forestale possa generare crediti climatici deve avere un impatto positivo sia sulla mitigazione dei cambiamenti climatici che sull’adattamento a essi, e deve fare ciò in modo coerente con il contesto locale in cui si applica. Per questo motivo è necessaria una precedente pianificazione su scala del paesaggio cui prendano parte i principali attori del territorio. Gli indicatori e le metodologie utilizzati nel calcolo dei crediti climatici hanno solide basi scientifiche e sono stati scelti conformemente agli strumenti e ai mezzi a disposizione dei gestori forestali, secondo criteri di rapporto costo-beneficio. 

Quali sono i vantaggi di una gestione forestale multifunzionale?

La gestione forestale multifunzionale offre molteplici vantaggi alla società e consente di combattere l’emergenza climatica che stiamo vivendo. Alle nostre latitudini e nel contesto attuale, una gestione forestale finalizzata solo alla mitigazione non ha senso: è necessario considerare i criteri di adattamento al nuovo contesto climatico e di conservazione della biodiversità, garantendone al contempo l’efficienza economica.  

Mettere in pratica una gestione veramente multifunzionale e “climaticamente intelligente” significa quindi: 

  • generare prodotti rinnovabili e locali ove possibile,  
  • capitalizzare sinergie di mitigazione-adattamento, 
  • integrare criteri per la conservazione e il miglioramento della biodiversità, 
  • tenere conto delle caratteristiche locali del territorio, in senso lato, al fine di identificare le opzioni di gestione più coerenti in ciascun caso.  

I crediti climatici sono calcolati a partire dalla valutazione dell’impatto che determinate pratiche forestali hanno su tre fattori chiave nella mitigazione e nell’adattamento ai cambiamenti climatici nel Mediterraneo: il clima, l’acqua e la biodiversità, prendendo in considerazione, in tutti i casi, il contributo di questa gestione nella prevenzione degli incendi. Pertanto, le misure forestali che generano crediti climatici devono raggiungere in via prioritaria uno dei seguenti obiettivi e, ove possibile, includere gli altri: 

CARBONIO

Fissazione del carbonio in masse forestali, suolo e prodotti

Uno degli obiettivi che ci siamo prefissati è invertire la stasi della capacità di fissare il carbonio che le foreste europee iniziano a manifestare. La via è applicare una gestione forestale intelligente e personalizzata per ogni spazio boschivo. Le azioni che finanziamo mirano a promuovere la gestione forestale esistente e, ove fattibile, l’impianto di nuovo bosco. La gestione forestale ben pianificata può contribuire a: 

  1. conservare le attuali scorte di carbonio, ad esempio con azioni per la prevenzione di incendi, favorendo la generazione di prodotti in legno di lunga durata o facendo attenzione a non danneggiare i suoli forestali;  
  2. mantenere la capacità di sequestro del carbonio delle foreste, aumentandone la vitalità, regolando la concorrenza per le risorse e, a livello locale, con nuovi impianti sensati da un punto di vista ecologico, tecnico ed economico. 

La produzione di materie prime locali e rinnovabili come il legno o il sughero, favorisce non solo la foresta, ma anche la sostituzione di materiali ed energie fossili, contribuendo così agli obiettivi di decarbonizzazione dell’economia previsti ovunque dalle politiche sui cambiamenti climatici e sulla promozione della bioeconomia. 

ACQUA

Ottimizzazione del consumo di acqua delle foreste

Una delle principali conseguenze del cambiamento globale in Catalogna è la diminuzione delle risorse idriche. È per questo che disporre di foreste in grado di consumare meno acqua è fondamentale per mostrare una maggiore adattabilità alle nuove situazioni di siccità e riduzione delle precipitazioni. 

Si promuovono azioni focalizzate a regolare il numero di alberi in foreste situate in bacini in cui vengano utilizzate acque superficiali o situate su falde acquifere, considerate strategico per uno stabile approvvigionamento idrico del territorio. La diminuzione del numero di alberi riduce l’intercettazione e il consumo di acqua, aumentando così l’acqua rilasciata nel bacino. La priorità è data alle conifere, tra le quali l’effetto della riduzione degli alberi sull’acqua consumata è maggiore che nel caso delle latifoglie, e alle aree con precipitazioni superiori a 500 mm / anno, poiché al di sotto di questa quantità, il resto degli alberi continua a consumare tutta l’acqua disponibile. 

È quindi necessario cercare un equilibrio: 

  • per aumentare ove possibile l’acqua infiltrata, che rigenera le falde acquifere e i fiumi 
  • per assicurare un consumo di acqua più efficiente da parte delle foreste; 
  • per mantenere una copertura arborea in buone condizioni, che garantisca il controllo delle inondazioni e la qualità dell’acqua. 

BIODIVERSITÀ

Conservazione e miglioramento della biodiversità

Noi di Life Climark non ci impegniamo solo per la conservazione della biodiversità, ma vogliamo anche dare un contributo decisivo alla diversità degli spazi forestali gestiti. 

Puntiamo a incoraggiare una gestione che conservi e migliori la biodiversità forestale, per esempio tramite il mantenimento di alberi di grande diametro durante i tagli o la generazione di necromassa legnosa, due elementi che hanno un’alta capacità di generare biodiversità. Anche l’impianto di nuove specie adattate ai contesti locali contribuisce ad arricchire la biodiversità della foresta. 

In base allo stato di sviluppo di ogni foresta e a una diagnosi preliminare attraverso l’Indice di biodiversità potenziale, è possibile definire le azioni più efficaci da eseguire in ogni soprassuolo. 

INCENDI

Riduzione del rischio di incendi

I grandi incendi forestali causano gravi danni al paesaggio e alla biodiversità – e ai servizi sociali e culturali a essi collegati – e mettono in pericolo la vita umana. Inoltre, una foresta più vulnerabile agli incendi mette a rischio tutto il lavoro di stoccaggio del carbonio svolto da quella stessa foresta nel corso di decenni.  

Le azioni che promuoviamo con i crediti climatici includono l’obiettivo di rafforzare le foreste di fronte agli incendi boschivi, che sono sempre più frequenti e intensi a causa dei cambiamenti climatici. Promuoviamo l’adeguamento della struttura delle foreste più vulnerabili al fine di aumentarne la resistenza al fuoco, prevenire la proliferazione di grandi incendi forestali (GIF) e migliorare le possibilità di ripristinare la copertura arborea una volta terminato l’incendio.  

Nelle aree ad alto rischio d’incendio le azioni forestali possono prendere in considerazione i criteri per la riduzione della biomassa e la rottura della continuità verticale del combustibile, al fine di evitare la proliferazione di incendi e diminuirne l’intensità. Se queste azioni vengono eseguite nell’ambito dei Punti strategici di gestione definiti dai vigili del fuoco, contribuiscono anche a ridurre il rischio di generare un grande incendio forestale che superi la capacità di estinguerlo.

Ente acquirente di crediti climatici

Quali sono i benefici per le imprese?

Il mercato dei crediti climatici vuole facilitare le iniziative di RSI e di compensazione legate all’emergenza climatica rilevanti per le foreste catalane. 

Acquistando crediti climatici, fornite un finanziamento extra, fondamentale per lo svolgimento di azioni finalizzate a una gestione forestale climaticamente intelligente. Dal canto loro, i crediti climatici vi permettono di: 

  • gestire le ripercussioni della vostra attività in modo integrato, tenendo conto non solo delle emissioni di CO2, ma anche del consumo di acqua e / o dell’impatto sulla biodiversità; 
  • trasmettere la vostra corresponsabilità verso lo sviluppo sostenibile e l’ambiente naturale, nello stesso territorio in cui svolgete la vostra attività, generando posti di lavoro di qualità; 
  • immagine aziendale: conferire al vostro marchio valori relativi alla mitigazione dei cambiamenti climatici e all’adattamento agli stessi, compresa la prevenzione degli incendi boschivi e la conservazione delle foreste e della loro biodiversità, e quindi al mantenimento di un paesaggio e di un territorio vivi; 
  • un’opzione di investimento in RSI affidabile, che offre trasparenza e visibilità, attraverso il marchio Credito climatico.  

RSI

Responsabilità sociale d’impresa

L’impresa non è isolata dal mondo, ma fa parte della società. Deve quindi contribuire a renderla più florida e sostenibile e a fare del mondo un posto migliore in cui vivere. 

Puntando su Life Climark e i suoi crediti climatici, l’azienda migliorerà la sua immagine, perché i suoi clienti e la società percepiranno che sta agendo in modo positivo e decisivo per migliorare l’ambiente e promuovere lo sviluppo rurale, creando posti di lavoro dignitosi. 

IMMAGINE AZIENDALE

Reputazione e riconoscimento

L’immagine dell’impresa va ben oltre il logo. Il marchio si costruisce attraverso tutte le azioni intraprese da un’azienda. Azioni quali la sponsorizzazione di un’iniziativa per la sostenibilità come Life Climark conferiranno al marchio valori altamente positivi, perché il pubblico percepirà che l’azienda si impegna in ambiti quali la lotta ai cambiamenti climatici, l’ambiente, il ecologia o la salvaguardia del territorio e del paesaggio. 

MIGLIORAMENTO DELL’AMBIENTE

Contributo economico al miglioramento dell’ambiente locale

Inevitabilmente, un’impresa produce un impatto sul territorio in cui risiede. Acquistando crediti climatici Life Climark parteciperà a un progetto che mira a migliorare e curare il territorio e l’ambiente. 

Entità che offre i suoi terreni / entità venditrice

CHE VANTAGGI NE RICAVA LA PROPRIETÀ FORESTALE?

Life Climark non ha senso senza una foresta o un terreno su cui agire. Nel nostro paese, la maggior parte delle foreste sono di proprietà privata, quindi abbiamo bisogno della collaborazione dei proprietari forestali. 

Noi del consorzio Life Climark lavoriamo per contribuire all’efficienza e alla redditività di una gestione forestale multifunzionale e climaticamente intelligente:  

 

  1. offrendo una via di accesso ai circuiti di finanziamento ambientale, tramite la creazione di un mercato volontario dei crediti che vadano oltre i crediti di carbonio: i crediti climatici; 
  2. mettendo a disposizione dei silvicoltori e delle loro associazioni, gli strumenti necessari per:  
    • l’identificazione delle azioni forestali – e rispettive ubicazioni –di maggiore impatto sugli obiettivi di mitigazione / adattamento ai cambiamenti climatici.  
    • il calcolo degli effetti della loro gestione sul bilancio di carbonio, l’approvvigionamento idrico e la biodiversità, nonché i crediti climatici generati dalla gestione applicata.  

CURIAMO LA TUA TERRA

Gestione forestale multifunzionale applicata alla vostra proprietà

Mantenere una foresta sana non è facile né economico e le ragioni per decidere di gestirla possono essere varie: dalla stessa sicurezza di fronte a possibili incendi o siccità, passando per la produzione di beni, fino al miglioramento del paesaggio o della biodiversità che ospita. 

Il proprietario di una foresta non può far fronte da solo al mantenimento dei servizi ecosistemici oggi richiesti dalle foreste. Rendere disponibili sul mercato i crediti climatici che generate con la vostra gestione vi consente di trasmettere la corresponsabilità della società per il mantenimento di questi servizi e può fare la differenza al momento di applicare una gestione sostenibile. 

I crediti climatici possono aiutarvi a prendervi cura delle vostre foreste contribuendo al contempo a migliorarne la capacità di assorbire carbonio, generare acqua o ospitare biodiversità, contribuendo in ultima analisi a far fronte all’attuale emergenza climatica. 

I PROMACC

Gestione del territorio basata sulla partecipazione locale e la governance congiunta. 

Noi di Life Climark rivendichiamo il ruolo chiave della gestione forestale nella realizzazione di paesaggi più resistenti di fronte ai cambiamenti climatici. Crediamo anche nella necessità di pianificare questa gestione in conformità con le esigenze globali del territorio in cui deve essere eseguita.  

Pertanto, la pianificazione su scala paesaggistica sarà la base su cui saranno sviluppati i “Progetti forestali di mitigazione / adattamento ai cambiamenti climatici (PROMACC)“, che serviranno come veicolo per la transazione di crediti climatici nel nuovo mercato volontario.  

Questi progetti potranno essere presentati dalle associazioni dei proprietari forestali o da altri agenti che possano raggruppare e dinamizzare la gestione di un determinato territorio. I PROMACC includeranno la programmazione di tutte le azioni forestali da eseguire in quel territorio per un periodo massimo di 3 anni, nonché il calcolo dei crediti climatici da queste generate, che saranno messi a disposizione delle imprese / entità acquirenti nel nuovo mercato. 

Noi di Life Climark, intendiamo i PROMACC come: 

  • un progetto operativo ad adesione volontaria, che contribuisce a evidenziare i servizi ecosistemici forestali offerti da un determinato territorio; 
  • un progetto costruito sulla pianificazione partecipata su scala paesaggistica, dove si stabiliscano delle priorità d’azione in base a criteri di mitigazione / adattamento e conformemente agli obiettivi di sviluppo di quel territorio specifico; 
  • dei progetti basati su una gestione forestale raggruppata e che richiedano cooperazione, equità e solidarietà. 

LIFE CLIMARK (LIFE16 CCM/ES/000065)

è un progetto LIFE di Mitigazione dei Cambiamenti Climatici, cofinanziato dal Programma LIFE dell’Unione Europea.

Questo sito web riflette solo il punto di vista dell’autore e la Commissione Europea non è responsabile per qualsiasi uso possa essere fatto delle informazioni che contiene.

Seguici su Twitter

Avui s'han publicat els nivells de referencia pels boscos, sobre els què es basarà la comptabilitat de carboni als estats de la UE pel període 2021-2025. 🌱
A la UE, els boscos (-414 Mt CO2eq) i els productes fusters (HWP - 50 Mt CO2eq) són embornals nets de CO2.

Un interessant estudi confirma que l'estructura actual del bosc és la principal responsable de la reducció de la taxa de segrest de carboni i de l'exportació d'aigua als boscos catalans. Destaca el paper de la gestió forestal els propers anys 🙌

http://mtr.cool/cebsxzrylw

Perquè aquest any ha estat tan fàcil trobar bolets als #boscos de Catalunya ?🍄🌲
Les climàtiques dels últims mesos han afavorit l'aparició de bolets encara no citats. Les precipitacions han afavorit la formació de molts bolets, amb un miceli que necessita aigua per a créixer.

L'ONG de Saragossa ECODES ha posat en marxa "Arxipèlag de Boscos" per plantar 3 milions d'arbres a Espanya i lluitar contra la crisi climàtica: en els pròxims 20 anys una captura de 90.000 tones de CO₂.

Si vols unir-te i seguir sumant les plantacions🌲
http://mtr.cool/pltteealqr

Nature is looking at us.

1 million species are at risk of extinction.

We need all #ForNature ahead of the @UNBiodiversity CoP15 in 2021

Watch LIVE the #EUGreenWeek Closing Session "On The Road To Kunming", with @vonderleyen @VSinkevicius @UNEP

2 pm CET
https://www.eugreenweek.eu/en/session/on-the-road-to-kunming

Load More...

Seguici su Facebook

3 weeks ago
Fotos de la cronologia

@GlobalLF té uns vídeos molt interessants sobre la biodiversitat! Resulten molt útils per fer classes quan toca estudiar el #ecosistema i la #biodiversitat.

🌱Herbshort videos: ... See more

3 weeks ago
Fotos de la cronologia

@GlobalLF té uns vídeos molt interessants sobre la biodiversitat! Resulten molt útils per fer classes quan toca estudiar el #ecosistema i la #biodiversitat.

🌱Herbshort videos: ... See more

3 weeks ago
Fotos de la cronologia

Estem organitzant proves pilot que consisteixen a posar a la pràctica la gestió forestal multifuncional amb el finançament per part d'empreses via els crèdits climàtics. La prova pilot inicial ... See more

3 weeks ago
Fotos de la cronologia

Estam organitzant proves pilot que consisteixen en posar a la pràctica la gestió forestal multifuncional amb el finançament per part d'empreses via els crèdits climàtics. La prova pilot inicial ... See more

3 weeks ago
Fotos de la cronologia

La doctora @AleMoranOrdonez afirma que una correcta #GestióForestal determinarà la subministració dels #ecosystemservices per part dels boscos del mediterrani. Els resultats es troben a la revista ... See more

3 weeks ago
elmon.cat

Ens fa molta il·lusió que el diari @MonDiari hagi publicat el nostre projecte! 🎉🙌
#goLifeClimark #canviclimatic #climatechange

Si vols saber en què consisteix la nostra proposta ... See more

3 weeks ago
elmon.cat

Ens fa molta il·lusió que el diari @MonDiari hagui difòs i publicat el nostre projecte! 🎉
#goLifeClimark #canviclimatic #climatechange

Si vols saber en què consisteix aquí et deixem la ... See more

1 month ago
Marc Palahí: “Los grandes incendios marcan un punto crítico del cambio climático”

Entrevista súper interessant a @Marcpalahi : "Cuidar los bosques y usar la madera para captar carbono mitiga el calentamiento”.

Entrevista completa 👇

Marc Palahí, doctor en ciencias forestales, sostiene que los grandes incendios de EE.UU. son un nuevo aviso de la crisis climática. Combatirla –dice- requiere pasar de una economía basada en...

1 month ago
El ritme amb què els boscos de Catalunya capturen CO2 disminueix un 17% en 25 anys - CREAF

Els boscos de Catalunya respiren cada vegada pitjor. Segons @CREAF_ecologia , els boscos de Catalunya capturen un 17% menys de CO2 si mirem 25 anys enrere. #CO2 #Nobreathe #Earth

+ INFO👉🏻:

En un quart de segle, entre 1990 i 2014, els boscos de Catalunya han patit un descens generalitzat de la seva capacitat de capturar diòxid de carboni (CO2), que arriba gairebé al 17%. Així mateix, ... See more

1 month ago
Fotos de la cronologia

Segons @XavierMarcet el 10% de les emissions produïdes a Europa són absorbides pels boscos.
El nostre projecte proposa, entre d'altres, augmentar aquest 10% amb la gestió d’empreses que hi ... See more

« 2 of 7 »

Centre de la Propietat Forestal (Centro di Proprietà Forestale)

Finca Torreferrussa
Strada B-140, Sabadell a Santa Perpétua de Mogoda, km 4,5
08130 Santa Perpètua de Mogoda (Barcelona)

Telefono: 935 747 039 – Fax: 935 743 853

E-mail: info@lifeclimark.eu